Giardino Siderale, di Vincenzo Ceccato

RO.MI.Arte contemporanea
Presenta GIARDINO SIDERALE di Vincenzo Ceccato
Inaugurazione
Sabato 9 aprile 2011 ore 19
Via Vetulonia, 55 – Roma

Clicca sulle miniature per zoomare le immagini

A due anni dalla presentazione dell’installazione “L’Ultima cena a 9 miliardi di anni luce”, l’artista Vincenzo Ceccato propone nel vasto spazio della galleria RO.MI.,  un’altra grande opera multimediale dal titolo  “Giardino siderale”. In questo lavoro che si sviluppa in circa 40 mq., l’artista prosegue la sua esplorazione che mette in rapporto l’arte e la scienza, soprattutto riferite alle più recenti teorie nell’ambito di fisica e cosmologia.
Il riferimento è ancora l’universo dove vengono idealmente proiettati i personaggi-manichini che abitano questo “giardino”.
Tutto è artificiale, a cominciare dagli esseri post-umani, cloni, mutanti, fino alla vegetazione, alla luce al neon.
Si allude, da un lato a lontane galassie in cui eventuali civiltà molto evolute, siano pervenute ad una mutazione totalmente artificiale, dall’altro, in prospettiva,  ad un destino ipertecnologico riservato agli abitanti del nostro pianeta. Si ipotizza  una realtà in cui l’elemento artificiale progressivamente contaminerà l’elemento biologico producendo una trasformazione verso ibridi androidi, specchio di un mondo avviato ad una sempre più inquietane contaminazione tra natura e artificio.
All’uomo si prospetta una metamorfosi che lo porterà a diventare un ibrido essere biomeccanico pensante?  Una sorta di mutante asessuato, ambiguo,immortale forse, in una realtà in cui il progredire non avrà altro scopo se non il suo stesso processo?
Una dimensione futura che, insieme all’incessante progredire della scienza e alle nuove e sconcertanti ipotesi di fisica e cosmologia,  verrà a ridefinire molte delle attuali concezioni del “reale”.

RO.MI.Arte contemporanea
romi.art@fastwebnet.it
www.romiart.net
tel. 06.5115425 -338 8097446

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *